Trevi – Eventi di Natale dall’8 dicembre al 6 gennaio

0
609
Natale a Trevi

TREVI – Natale all’insegna della solidarietà a favore delle popolazioni terremotate e delle famiglie bisognose. E’ il segnale forte che viene da Trevi che inaugurerà le imminenti festività l’8 dicembre per proseguire fino al 6 gennaio con un fitto calendario di eventi. Il programma è stato presentato nella sala del Consiglio comunale questa mattina dal Sindaco Bernardino Sperandio, degli assessori Roberto Venturini (sviluppo economico) e Dalila Stemperini (sociale). Con loro i rappresentanti delle associazioni e dei privati che con il loro contributo rendono possibile giornate ricche di iniziative che vanno dalla mostra dei presepi nelle vie del centro storico ai mercatini natalizi: Luciano Martani e Pietro Coricelli (Avis), Valentina Agostinelli (Colori e Parole), Franco Spellani (Pro Trevi), Vito Trombetta, curatore, in collaborazione con Nicola Nanni, dell’evento musicale “Solidarmusic 2017” che vedrà esibirsi musicisti numerosi musicisti impegnati nei più svariati generi artistici. “Abbiamo voluto celebrare il Natale – ha sottolineato Sperandio – attraverso una stretta sinergia con la realtà sociale e culturale della città nonostante le scarse risorse e il preoccupante periodo che abbiamo vissuto negli ultimi mesi”. Il sindaco ha poi annunciato che proprio a causa degli eventi sismici una preziosa collezione di strumenti musicali antichi, conservata a San Francesco, è stata trasferita a Villa Fabri dove presto sarà realizzata proprio una mostra di tali importanti manufatti tra i quali figurano organi, forti-piano, clavicembali e pianoforti di raro valore. Una programmazione che avrà importanti momenti dedicati ai più piccoli per i quali sono previsti, tra l’altro, laboratori artistici, ma anche di cake disign. “Lo scopo – ha dichiarato Venturini – è quello di rimettere in moto l’attenzione verso la nostra città che fino al 24 agosto aveva visto un significativo incremento delle presenze turistiche e che oggi vorremmo ripartisse dopo un periodo di grande fermo”. Uno sforzo comune per dire che il terremoto ha prodotto ferite, ma non ha distrutto la volontà di lavorare per riprendere in mano il proprio futuro. “Solidarietà e pace – ha affermato Stemperini – è il messaggio che vorremmo trasmettere con l’invito a partecipare alle nostre iniziative”. Dall’8 dicembre saranno accese le luminarie in tutto il territorio comunale con particolari suggestioni al centro storico-
In allegato il programma dettagliato degli eventi.

Redazione