500 Passi d’Arte

0
73
Locandina della manifestazione

di Maurizio Vignaroli

PERUGIA – In questi giorni si è concluso il primo appuntamento di “500 passi d’arte” che ha avuto come sfondo via della Viola, suggestiva zona del centro storico nota come “la via degli artisti”. Gli artisti coinvolti nell’iniziativa, promossa da Agricola Birrificio La Gramigna, hanno dato vita a sorprendenti performances coinvolgendo i locali della via che rappresentano un reale punto di riferimento per la rinnovata attività artistico-culturale della città.

Opera di Marta Petrelli

Diana Yasnikovska, giunta alla sua nona mostra, ha esposto alcune delle opere della sua collezione “Pnei: psiconeuroendocrinoimmunitario”. Ilyan Zolliani, scrittore in evoluzione, ha presentato il suo romanzo “Megalopoly’s”, una serie di racconti in dolce-amaro di vite-non-vite in un valzer onirico di ricordi e speranze. Marta Petrelli, giovane artista perugina, ha proposto otto sue opere caratterizzate da un vortice di forme, colori e cervelli. I Mass Crysis la cui band si identifica in sane radici ThrashMetal, si è esibita con Nicola al basso, Lorenzo alla batteria e Jeffckott chitarra voce anticipando il nuovo disco che uscirà alla fine del 2019.

Francesco Saggese

Francesco Saggese scrittore e Agostino Turzillo disegnatore, hanno presentato in anteprima undici tavole del loro fumetto “Sleepy” dislocate nei vari locali così da diffondere i loro “folli e distorti disegni” lungo via della Viola e Via Cartolari. Il fumetto che per taglio e colorazione rappresenta un’interessante-visionaria graphic novel, dà forma e sostanza ai pensieri più reconditi insiti nell’animo di tutti noi. “Attraverso situazioni ai limiti del reale, i personaggi – sottolineano gli autori – si scambiano confidenze e verità scomode, disagi sociali oltre che morali il tutto raffigurato in una fetida e fatiscente bettola, una sorte di non luogo che potrebbe magari esistere nell’inconscio di Kafka o di Bukowski”.

“L’iniziativa – conclude Francesco Saggese – contando sulla disponibilità di tutti gli operatori commerciali che ringrazio personalmente, ha visto una felice contaminazione tra varie forme espressive, pittura, musica, libri, fumetti ed avrà sicuramente un seguito”.

500 passi d’Arte… il primo passo è stato fatto!