5G: Petizione “no elettrosmog” a Perugia

0
380

PERUGIA – L’8 maggio 2021, ore 18-20, a Perugia, in Corso Vannucci, davanti all’ingresso del Palazzo dei Priori, i cittadini italiani residenti nel Comune di Perugia, avvalendosi di un diritto previsto dallo Statuto Comunale, potranno firmare la petizione di iniziativa popolare dal titolo “Connessioni sicure (no wireless) per un progresso garantito e un ambiente salubre nel Comune di Perugia”.
La petizione è stata lanciata da un gruppo di cittadini informati e consapevoli per sollecitare l’attenzione dell’Amministrazione Comunale sull’inquinamento elettromagnetico, il nemico invisibile e apparentemente innocuo.
La connessione wireless/WiFi è, a differenza della sola via cavo/fibra ottica, la fonte di elettrosmog da attenzionare maggiormente, soprattutto in vista dell’imminente immissione sul mercato di una mole gigantesca di dispositivi ad essa collegati.
Dalla fine del 2019 ad oggi, il numero di antenne per le trasmissioni wireless è cresciuto in modo esponenziale sul nostro territorio comunale, senza risparmiare luoghi pubblici sensibili (scuole, ospedali, chiese, quartieri densamente popolati, centri sportivi e ricreativi, parchi), finanche gli spazi domestici per smart working e didattica a distanza durante l’emergenza sanitaria e senza aver cura delle categorie più vulnerabili come donne in gravidanza, embrioni, bambini, adolescenti, anziani, elettrosensibili (in crescente aumento), portatori di elettromedicali (pacemaker, defibrillatori, ecc..) e impianti, anche metallici.
Sarebbe illusorio pensare e fuorviante indurre a ritenere che l’attivazione di tecnologie di nuova generazione come il 5G e sue derivate non siano di ulteriore impatto significativo sulla salute psico-fisica nostra e su quella di animali e piante.
Attraverso questa petizione, i cittadini chiedono all’Amministrazione di proteggere l’integrità del fondo elettromagnetico naturale e della biosfera all’interno del Comune; di completare il progetto “fibra ottica – no WiFi” per una connessione pulita e meno impattante soprattutto nei luoghi sensibili; di promuovere informazione, in particolare nelle scuole, sull’uso sicuro e consapevole delle tecnologie; di prevedere zone “No-WiFi” a favore di elettrosensibili e categorie a rischio; di essere auditi, con il supporto di figure professionali ed insieme ai referenti di associazioni e movimenti che hanno a cuore questa tematica.
Il delegato civico per i cittadini sarà il Dr Massimo Melelli Roia, Medico ISDE e ASSIMAS.
Il Consigliere comunale Fabrizio Croce, della Lista Civica Idee Persone Perugia, che ha accolto la richiesta dei cittadini di farsi carico di questa istanza presso l’Assemblea Consiliare, sarà presente, il giorno 8 maggio, al banchetto, anche per autenticare le firme che verranno raccolte.

Marinella Giulietti