San Gemini, arte e moda si incontrano a Palazzo Santacroce

0
202

Fino al 10 ottobre la mostra che unisce l’arte pittorica di Daniela Bini ai gioielli realizzati da Fabiola Vitale…

di Matteo Bianchini

Un connubio originale ed elegante che spazia da elementi figurativi rinascimentali alla lavorazione raffinata dei metalli unendo i diversi percorsi formativi delle due artiste ternane Daniela Bini e Fabiola Vitale. Tutto questo è ‘Arte e Moda’, la mostra inaugurata nei giorni scorsi nello splendido scenario di Palazzo Santacroce, sede del Grand Hotel San Gemini, con il patrocinio dell’imprenditore Antonio Tacconi e dell’associazione International Inner Wheel.

Fabiola Vitale e Daniela Bini

Daniela Bini, insegnante di letteratura italiana presso i Licei “F. Angeloni’ di Terni, si affaccia al mondo della pittura negli anni 2000 con l’obiettivo di riscoprire il fascino e l’eleganza attraverso una forma di ritratto che trova i suoi modelli nelle figure di Piero Della Francesca ma anche nelle signore di Boldini e Sargent. Ispirata dalla nota citazione di Dostoevskij ‘La bellezza salverà il mondo’ Daniela Bini propone il concetto di ‘arte per l’arte’ liberandosi quindi da contenuti didattici o educativi ma ponendo al centro l’estetica stessa come messaggio di un’opera che si prefigge di infondere piacere e serenità in chi la osserva.

Un messaggio che ha trovato terreno fertile nella visione culturale di Fabiola Vitale, vera e propria ricercatrice nell’ambito della lavorazione dei materiali e realizzatrice di arredi privati nonchè di sculture e statue per giardini pubblici. Attività legate ad una passione che affonda le proprie radici nella frequentazione del corso di Ingegneria Industriale a Terni e che ha portato, dopo anni di studio, alla realizzazione di bijoux artistici spesso impiegati nel cinema e nelle sfilate di moda. Gioielli unici ed originali che hanno trovato come modelli ideali i ritratti femminili di Daniela Bini in un connubio che si diverte ad attingere e farsi ispirare da epoche diverse creando però un percorso senza vincoli cronologici che anzi mira ad esaltare il soggetto ritrovando un canone estetico che lo porti fuori dal tempo e dallo spazio.

E questa unione artistica dedicata alla bellezza non poteva che trovare così la sua perfetta collocazione nel fantastico borgo di San Gemini e nelle magnifiche sale di Palazzo Santacroce all’interno delle iniziative dedicate alla Giostra dell’Arme 2021…

INFORMAZIONI MOSTRA: Visita ad ingresso libero. Orari: tutti i giorni dalle 17 alle 20. Domenica apertura supplementare mattutina dalle 10 alle 12.