Torna Suoni Controvento

0
341

Dal 26 al 29 luglio nei borghi di Fossato di Vico, Sigillo e Costacciaro seconda edizione per il festival tra musica in quota, sentieri da esplorare, teatro e cinema

Tutto pronto per la seconda edizione di “Suoni Controvento” (26-29 luglio) festival estivo di arti performative promosso da Associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore, che unisce l’arte della musica, del teatro e del cinema alle attività sportive di trekking e alle eccellenze enogastronomiche nei luoghi del Monte Cucco, tra Fossato di Vico, Sigillo e Costacciaro.

Suoni Controvento realizza due diverse forme di attività culturali: una programmazione di concerti di musica contemporanea, jazz e di teatro in alta quota, lungo le vallate, le faggete e gli altopiani panoramici dell’appennino umbro-marchigiano; una rassegna di eventi multidisciplinari, formativi e laboratoriali “a valle”, nei luoghi storici e culturali dei tre Comuni della fascia appenninica. L’idea centrale del festival è nelle immagini “pubblico in movimento-teatri naturali”. Gli spettatori, per raggiungere e partecipare agli eventi in alta quota, avranno la possibilità di camminare scegliendo tra diversi sentieri di montagna che portano ai teatri naturali nei quali si realizzeranno le performance. Le escursioni sono organizzate dalle guide appenniniche dell’Associazione TraMontana, dell’Associazione l’Ulivo e la Ginestra e dal CAI di Perugia le quali, durante il percorso, forniranno informazioni sui siti attraversati e sulle curiosità legate al territorio. Per stimolare il rapporto culturale tra la montagna e i borghi a valle il progetto prevede una serie di interventi nei centri storici dei comuni coinvolti, iniziative a carattere laboratoriale e di formazione artistica e concerti con un’attitudine più allegra e folk rispetto alla musica sperimentale prodotta in montagna.

Le novità – La formazione quest’anno riguarderà l’ambito cinematografico con un corso di recitazione teatrale e cinematografica diretto da Alberto Sironi, con la partecipazione di Giorgio Bongiovanni e Bianca Maria D’Amato in veste di docenti (dal 25 al 28 luglio). Il seminario ha come obiettivo l’esplorazione dei mezzi espressivi dell’attore nel passaggio da un testo letterario, alla messa in scena teatrale, fino alla ripresa cinematografica. Il lavoro partirà dalla lettura di alcune scene tratte dai romanzi di Andrea Camilleri. Verranno analizzati i personaggi e la loro trasformazione nel percorso dalla pagina scritta al testo teatrale o alla sceneggiatura cinematografica. Lo scopo è quello di evidenziare le differenze di tecniche espressive richieste dal palcoscenico o dalla macchina da presa; di presentare e far sperimentare ai giovani attori alcuni degli strumenti principali per affrontare il lavoro in tutti i suoi aspetti: lettura e interpretazione del testo, tecnica corporea, uso della voce, consapevolezza delle proprie caratteristiche, limiti e potenziali. Inoltre, in collaborazione con il Festival del Cinema Città di Spello e dei Borghi Umbri, si allestiranno appuntamenti sulle professioni del cinema con la partecipazione di esperti del settore. I concerti e gli appuntamenti serali diventano anche occasioni per fare conoscere le tradizioni enogastronomiche del Monte Cucco. Gli eventi di apertura e chiusura del festival saranno accompagnati da degustazioni guidate, con materiale informativo su caseifici, cantine e altre aziende del panorama locale anche in collaborazione con le strutture ricettive del territorio. Tutti gli interventi saranno calendarizzati all’interno di un unico programma del festival in modo da creare una manifestazione unica nel suo genere dove poter partecipare a eventi artistico-culturali, praticare attività fisica e scoprire le usi e tradizioni del luogo.

Francesca Cecchini