Ripartire dai Sibillini con trekking ed escursionismo

0
1641

di Matteo Bianchini

Mantenere vivi i Monti Sibillini anche tramite trekking ed escursionismo. E’ questo lo spirito che sta animando diverse iniziative organizzate nelle zone colpite dai recenti eventi sismici. Tra esse l’evento ‘Ripartiamo da Ussita’ che ha avuto luogo nel giorno dell’Immacolata ed ha visto la partecipazione di circa 120 persone provenienti da diverse zone del Centro Italia e non solo.

Sotto la guida di Simone Gatto responsabile dell’associazione ‘Il camoscio dei Sibillini’ la gita si è snodata per un anello di circa 6-7 km attorno al Santuario di Macereto raggiungendo il Monte Careschio da cui si può ammirare lo splendido panorama della valle di Ussita e della catena montuosa che divide Umbria e Marche. Favorita da un clima ideale la comitiva si è mossa fra prati e vallate incontrando lungo il tragitto anche i pastori che con tante difficoltà hanno scelto di continuare le loro attività nella zona, in condizioni climatiche ed abitative fortemente disagevoli.

I partecipanti hanno poi raccolto tramite offerte libere 1.275,00 euro che sono stati consegnati al sindaco di Ussita. Iniziative come questa sono senza dubbio fondamentali per mantenere vive e frequentate tali montagne che hanno sempre visto tra le loro attività principali proprio turismo ed escursionismo.