Perugia spera

0
618
foto: meteoweb.eu

Sono tanti i perugini che han sperato in una svolta

dopo anni deprimenti per una città avvilita.

Oggi devo convenire più speranze son tornate

con un Sindaco nostrano varie cose son mutate.

Ma per risalir la china c’è da lavorare tanto

senza fare scaramucce per riprendere il potere.

Basta avere un solo scopo: essere uniti nel creare.

Questa crisi che ancor oggi si rivela molto forte

trova fertile terreno se l’economia non parte.

Sono troppi i cittadini che si trovano a disagio

non avendo ciò che serve per il loro quotidiano.

In città si aprono Bar, Snack e similari

che di giorno sono chiusi e la notte crean disagi.

Si va poi in periferia per un Medico o un Dentista

vi si torna per analisi o per uno specialista.

Ringraziamo il bel “decentro” e chi allontanò gli uffici

un lavoro fatto ad arte e con scopi ben precisi.

La paura è che si torni a riprender la discesa

ma Perugia spera ancora di riaver la sua “ripresa”.

Pasquina

CONDIVIDI
Articolo precedente“Panchina Verde” giunge alla 23esima edizione
Articolo successivoA Perugia i corsi professionali per imparare a degustare olio, birra e vino
Perugina D.O.C. e amante della propria città, ha alternato il lavoro di funzionaria di un Ente Pubblico, alla passione per la pittura e per la scrittura. Fu seguita fin da ragazzina, da Gerardo Dottori amico da tempo della famiglia Ricci. Inizia le prime mostre negli anni '80 con successo, come testimoniano le varie recensioni positive circa le sue opere. In seguito diventa collaboratrice del giornale "Free-Press" con lo pseudonimo di "Pasquina la Perugina" dove, con le sue rime, pone in rilievo l'incongruenza e la negatività dei vari settori sociali ed amministrativi. Ha pubblicato anche vari interessanti e curiosi articoli sugli amici animali. A seguito delle numerose richieste, ora la voce di "Pasquina" torna a farsi sentire.