Perugia Love festival, si archivia tra emozione e solidarietà

0
930

Ospiti l’attrice di Città di Castello Lucia Rossi e il giovane talento Shari Noioso

Perugia – Una serata dedicata alla solidarietà e soprattutto a tenere viva la memoria di Maria Cristina Ricci, ragazza scomparsa prematuramente per un presunto caso di malasanità, ha concluso il Perugia love film festival. Lunedì 9 maggio alla sala della Vaccara è andato in scena l’ultimo emozionante capitolo dell’evento cinematografico che ha come filo conduttore l’amore declinato in tutte le sue forme. Organizzata dall’associazione ‘Amici di Maria Cristina Ricci’ in collaborazione con il Liceo ‘Città di Piero’ di Sansepolcro, l’iniziativa ha ospitato l’attrice Lucia Rossi di Città di Castello, diretta, tra gli altri, dai registi Marco Risi e Pupi Avati, ospite lo scorso anno di ‘Plff’, e da Shari Noioso.

Una giovane artista di 13 anni della scuderia di Michele Torpedine, produttore anche del gruppo ‘Il Volo’, che ha stupito il pubblico di ‘Tu si que vales’ con la sua voce e che ha incantato la platea perugina cantando ‘The sound of silence’. A ricevere gli ultimi tre grifoni, intitolati a Maria Cristina Ricci sono stati il liceo biturgense per aver prodotto il miglior cortometraggio dal titolo ‘Amore Mascherato’, Lucia Rossi come miglior attrice e Shari Noioso come miglior artista rivelazione consegnati dalle mani del direttore artistico di ‘Plff’ Daniele Corvi.

L’evento si è chiuso con una serata a cura dell’associazione ‘Amici di Maria Cristina Ricci’

“Conoscevo bene Maria Cristina Ricci perché danzavamo insieme – ha rivelato Lucia Rossi – ho però appreso il tragico evento solo poco tempo fa. Ho visto la vostra chiamata come un segno del destino dal momento che ho scoperto che è deceduta lo stesso giorno in cui sono nata io perciò non potevo non accettare di partecipare. È bello poterla ricordare attraverso forme d’arte come il cinema e la musica”.