Norme giuste per le… ” Lucciole”

0
1004

Si è levato un mormorio concernente altri balzelli

si riparla ancor dell’ IVA e della Patrimoniale

come se la vecchia IMU, fosse da non calcolare.

Spero proprio che il Governo non affronti questa sfida

che potrebbe, ora condurlo, a slittare per la china.

Ma mi chiedo: se c’è urgenza di richiedere “Proventi”,

perchè non far pagar tasse alle “lucciole” vaganti?

Non sarebbe dunque ora d’affrontar questo problema

ed allontanar soggetti sfruttatori da decenni, che convincon

con miraggi molte ignari minorenni?

E’ ormai tempo di levare queste donne dalla strada,

con Cooperative od altro da lor stesse amministrate,

e, ignorando le reazioni di un “Buonismo Religioso”

anche la prostituzione sia arginata e liberata.

Ritenuta poi un lavoro, che abbia una normalità,

debbon anche pagar tasse come tutti i cittadini,

così avremo meno gente sfruttatrice e disonesta

che da molto incassa soldi sui guadagni e fa la cresta!

Pensiam solo a quante entrate giungerebbero allo Stato

senza rompere le scatole agli onesti cittadini,

che da anni son spremuti ed abbastanza impoveriti.

Pasquina

CONDIVIDI
Articolo precedenteTicket
Articolo successivoOsmida: del tramare e dello strutturare
Perugina D.O.C. e amante della propria città, ha alternato il lavoro di funzionaria di un Ente Pubblico, alla passione per la pittura e per la scrittura. Fu seguita fin da ragazzina, da Gerardo Dottori amico da tempo della famiglia Ricci. Inizia le prime mostre negli anni '80 con successo, come testimoniano le varie recensioni positive circa le sue opere. In seguito diventa collaboratrice del giornale "Free-Press" con lo pseudonimo di "Pasquina la Perugina" dove, con le sue rime, pone in rilievo l'incongruenza e la negatività dei vari settori sociali ed amministrativi. Ha pubblicato anche vari interessanti e curiosi articoli sugli amici animali. A seguito delle numerose richieste, ora la voce di "Pasquina" torna a farsi sentire.