no, nO, NO, NO, NO : SIIIIIII!

0
495
Foto: https://leandro283.wordpress.com/2016/12/05/no-no-no-no-no-siiiiiiii/

Ma non ha banalmente perso Renzi e basta, su, dai! Ha perso tutto l’ex Belpaese schiavo di questo amorale (n)euro parlamento di Bruxelles, a stretta guida teutonica. Ha perso la cricca degli “inciuci”, degli accordi sottobanco, quella che ha deposto il consenziente Berlusconi, per dar spazio a tre ineletti Presidenti del Consiglio, che ci hanno ancor più sprofondato nel ridicolo (anche) con la tragica vicenda dei Marò. Ha perso l’Italia del grigio Mattarella, il quale, di concerto con Grasso e Boldrini, antepone i clandestini ai cittadini italiani. Ha perso l’Italia di “gambebelle” Pinotti, Ministro(?) della Difesa, che ci ha prevalentemente illustrato, in questi anni, di quanto profondo sia il rapporto tra una sua figlia ed un coetaneo maghrebino (e ti credo!). Sconfitte, inoltre, su ogni battigia, Guardia Costiera e Marina Militare, che, in luogo di difendere i sacri confini nazionali, li vanno a prendere al limite delle acque territoriali libiche, gli invasori maomettani. E dei melliflui sorrisetti della figlia del banchiere, ne vogliamo accennare? Ma che gli frullava per la capoccia, ai fautori dell’impostazione referendaria sul gradimento personale al Premier, che l’esercito di truffati non avrebbe fatto pagare loro dazio? E a questo proposito, sconfitta sonoramente dagli elettori la Magistratura, che ha mandato assolti i vertici della Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio. Fallito persino l’ultimo patetico tentativo dell’esca degli aumenti salariali. La maggior parte del popolo italiano, (poco) cari furbastri partitocratrici, non è così fessa o con voi compromessa come erroneamente pensate. Preoccupatevi soltanto che non arrivi a mettervi le mani addosso. Questo, sì. La Storia, con la cruenta fine di quasi tutti i regimi avrebbe dovuto insegnarvi qualcosina. Sembra di no, però, e ciò che mi inquieta in questa momentanea euforia è che da subito sia ricominciata la manfrina della consegna del mandato nelle mani del Presidente della Repubblica e che questi, totalmente sordo ai brontolii che salgono viepiù minacciosi dalle pance degli italiani, non ci mandi immediatamente alle urne, copiando la scorrettezza istituzionale di Napolitano di novembre 2011. Allora sì che il pericoloso Grillo giungerà… leggi di più (testo integrale)

Tratto da: https://leandro283.wordpress.com/2016/12/05/no-no-no-no-no-siiiiiiii/

Leandro Raggiotti

CONDIVIDI
Articolo precedente“Todos caballeros”, Sindaco Romizi?!
Articolo successivoTrevi – Eventi di Natale dall’8 dicembre al 6 gennaio
Conseguii la Maturità scientifica nel 1972, un Attestato da Analista programmatore nel 1975 e un altro Diploma, inutilissimo sotto ogni punto di vista, escluso quello della conoscenza, avendo goduto dell'insegnamento di professori a livello internazionale, ottenuto presso la scuola Teologica di Montemorcino, Perugia. Sposato con Elsa Maria Isabel Olvera del Toro, padre di Elisabetta e Stefano Daniele, di Lucrezia Valentina, morta a quasi 28 anni d'età il 06/02/2013, e di Anselmo e Rinaldo, mai venuti alla luce nel 1974. Ho anche un nipote, Nicolò, nato nel 2000. Dal 01/01/2016 non sono più impiegato in Provincia con la qualifica di Operatore faunistico, nonchè addetto all'anagrafe "Richiami vivi", e a 62 anni di età sono stato sbattuto via come un vecchio straccio a farla da passacarte in un altro Ente all'insegna di : "tutto ciò che funziona nel pubblico deve essere smantellato". A scanso d'equivoci e ad esclusivo beneficio dei soliti “rosiconi”, comunque, per il mio primo mezzo secolo di vita sono stato impegnato con, nel e per il settore privato. Fervente cristiano cattolico, aperto all'ecumenismo, ma fiero avversario dei nostri nemici nella Fede, sono un cacciatore-conservazionista, amo i viaggi, i libri di storia e la corsa, che pratico tuttora in compagnia del mio adorato Taz in ore antelucane e per le vie della nostra Perugia, minimo tre volte alla settimana, eccetto che a stagione venatoria aperta.