Il popolo della montagna applaude Angelo Branduardi

0
350
Pubblico eccezionale per Angelo Branduardi ai prati di Crispiero

Ai prati di Crispiero secondo appuntamento di ‘RisorgiMarche 2018’ ideato da Neri Marcorè. Centinaia di persone per il concerto del cantatutore lombardo

di Matteo Bianchini

Dopo l’esibizione di Piero Pelù domenica scorsa a Forca di Presta altro grande appuntamento all’interno della rassegna ‘RisorgiMarche‘ ideata per il secondo anno consecutivo da Neri Marcorè. Presso i Prati di Crispiero, in provincia di Macerata fra Castelraimondo e Serra Petrona, è andato infatti in scena martedì scorso il concerto di Angelo Branduardi. Un evento, perfettamente organizzato e già definito ‘storico’, che rimarrà sicuramente impresso a lungo tra coloro che vi hanno partecipato.

Davanti ad una folla eccezionale il cantautore lombardo, accompagnato da una band di quattro musicisti (Antonello D’Urso, Stefano Olivato, Davide Regazzoni e Fabio Valdemarin), ha ripercorso infatti le principali tappe della sua carriera proponendo i brani più noti da lui composti, resi particolarmente suggestivi da uno scenario unico. Di grande fascino, dato il paesaggio e l’estrema vicinanza con l’Umbria, le canzoni tratte dall’opera ‘L’infinitamente piccolo’ in cui Branduardi aveva messo in musica la vita di Francesco d’Assisi.

Dopo i grandi classici ‘Il dono del cervo’ e ‘Alla fiera dell’est’ il ‘Menestrello d’Italia’ ha chiuso il concerto facendo danzare tutti i presenti con ‘La pulce d’acqua’, bissata due volte, e ‘Vanità di vanità’ resa celebre dal film ‘State buoni se potete’ riguardante la vita di San Filippo Neri.

Grande entusiasmo infine per Neri Marcorè che nel ringraziare il cantautore lombardo ha ricordato le prossime tappe di una rassegna che per tutto luglio darà la possibilità di unire la musica alle escursioni negli splendidi paesaggi duramente colpiti dai recenti eventi sismici e contribuire così alla loro rinascita.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteCon Amazon è finita la pacchia per i corrieri disonesti
Articolo successivoPreliminari Europa League, per le squadre di San Marino trionfo e beffa in pochi minuti
Nato a Sanremo (Imperia) si è laureato in Geografia all’Università di Genova ed ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze Biologiche all'Università di Perugia. Tecnico e dirigente di associazioni sportive in Liguria, è originario per via paterna di un piccolo borgo dei Monti Sibillini e risiede per gran parte dell'anno in Umbria. Collaboratore del Perugia Free Press dal 2009, si occupa di temi socio-politici con una particolare attenzione all'altro lato, quello nascosto o volutamente sottaciuto, dei fatti di cronaca non solo locale. Collabora con lo studio giornalistico Consulpress nel web content management. Ha esperienza come consulente web development e account.