“Il Pericolo Giallo”

0
369
foto: roma.fanpage.it

Così eran definite le invasioni di Orientali

che dall’alto Medioevo preoccupavan gli Italiani;

oggi il fatto si ripete: e un’ altra era oggi è iniziata

questa Italia sempre “buona” da Cinesi è stata invasa.

Copian tutto a destra e manca per poi fare imitazioni

e rivendono anche all’estero danneggiando produzioni.

Mi son chiesta… ma stà gente, poi le paga anche le tasse?

Lo forniscono al cliente lo “scontrino” dalle casse?

Ho notato che in Italia i Cinesi non son vecchi.

Ma gli anziani dove sono? Mi son posta la domanda.

Questo popolo furbetto che ci guarda sorridendo

sta facendo molti affari e l’ Italia sta comprando.

E’ recente la notizia che il PD alle primarie

è ricorso apertamente all’apporto di Cinesi

per ridare qualche assenso ad un partito impoverito

con paura che al suo interno si riaprisse qualche “buco”,

dove al volo penetrasse con furbizia qualche intruso.

Ma che venga qualche regola a controllo del commercio

e si adotti più fermezza nei guadagni del “sommerso”.

Sono stufi gli Italiani subissati dal pagare

quando esiste lo straniero che riesce a… svicolare!

Pasquina

CONDIVIDI
Articolo precedenteRisultato: “Il Comune e le Buche a Perugia”
Articolo successivoItalia Nostra: l’Inquinamento acustico è anche quello dei concerti
Perugina D.O.C. e amante della propria città, ha alternato il lavoro di funzionaria di un Ente Pubblico, alla passione per la pittura e per la scrittura. Fu seguita fin da ragazzina, da Gerardo Dottori amico da tempo della famiglia Ricci. Inizia le prime mostre negli anni '80 con successo, come testimoniano le varie recensioni positive circa le sue opere. In seguito diventa collaboratrice del giornale "Free-Press" con lo pseudonimo di "Pasquina la Perugina" dove, con le sue rime, pone in rilievo l'incongruenza e la negatività dei vari settori sociali ed amministrativi. Ha pubblicato anche vari interessanti e curiosi articoli sugli amici animali. A seguito delle numerose richieste, ora la voce di "Pasquina" torna a farsi sentire.