Il “lebbroso di Assisi”

1
430

di Giancarlo Felicetti

30  marzo  2021    LOURDES  – NEW   YORK    ZURICH  –   PARIS _ HONG  KONG  –  ROMA  MONTECARLO  –  PEKING   -FLORENCE   LONDON-  WARSAWA   BERLIN _TOKYO-… LA HAVANA  _ EL CAIRO _TUNISI-  ANKARA-  SIDNEY –  RIO DE JANEIRO_    MIAMI    SANTIAGO DE COMPOSTELA     VENEZIA         MADRID   LOS ANGELES   ADDIS ABEBA-  SAN FRANCISCO  LISBOA     SVETI PIETROBURG     BUCURESTI       BONN.  GENEVE     VALLADOLID-  DUSSELDORF_  WIEN.  PRAHA    BRUXELLES   MOSKWA  NEW  DELHI      AMSTERDAM   MANILA    HANOI     VIENTIANE     COPENHAGEN   CERNOBIL     KATMANDU     RIAD   NAPLES       LUANG PRABANG    TEHERAN.   SOPPORO..  OKINAWA    ANTANARIVO      SANREMO   SANTO   DOMINGO ..  ASSISI…

Oggi  ” 30 marzo 2021″  , IO SI PROPRIO IO  “, john truth  IL GRANDE”,  BUONO, BRAVO, RICCO, FAMOSO, RAFFINATO ” john truth, “IN POCHI MESI ,HO VISITATO E VISTO DA LONTANO, PER ALMENO UN GIORNO TUTTE QUELLE  CAPITALI   che ho indicato sopra  … fratelli, potete leggere chiaramente  i nomi di quelle meravigliose capitali:PURTROPPO LO STESSO GIORNO O  al  massimo IL GIORNO SEGUENTE NE SONO STATO SCACCIATO  via A PUGNI E  a CALCI. MOLTI MI CHIAMANO  ” L ‘ERRANTE ”  perché viaggio sempre. IO, john truth SONO  DA QUASI TUTTI denominato”  john truth il lebbroso.”

Dopo aver  iniziato il mio viaggio in giro per il mondo, partendo  da “Lourdes “, dopo essermi inginocchiato dinnanzi alla  Madonna, dopo molti mesi di inutile  e penoso girovagare per il mondo, sono giunto finalmente ad Assisi, citta’ della  Pace e dell’Amore. Qui, proprio ad  ASSISI, nacque, visse e mori’ , l'”ex milionario,” ricchissimo  FRANCESCO, che volle spogliarsi volontariamente di tutti i suoi beni donandoli ai poveri.

L’umile, meraviglioso  FRATE  SANTO,  Fancesco, servo di Dio… e’ nel mio cuore… Ho sempre conservato  e  porto con me, anche ora, attaccato alla mia veste francescana sdrucita,  un cordone bianco legato intorno alla cintura. Ad esso mi e’ stato annodato con cura, con molta cura, il campanellino tintinnante da lebbroso, che tutti  quelli  come me sono da  tempo  obbligati a portare per non essere uccisi… Ho visitato tutte le  grandi  citta’ e capitali, che sono elencate sopra, ho visto mezzo mondo con occhi pieni di speranza e d’amore, ma sempre  sono stato scacciato via a sputi e calci….

No, non sono lebbroso, stando vicino a me non c’e’ alcun pericolo di essere contagiati da nessuna malattia, tantomeno dalla lebbra o dal corona virus,ma ormai la mia fama e quella di quasi tutti gli abitanti del mio paese e’ quella di lebbroso. Sono definito… e sono… appestato…  da evitare assolutamente… il mio campanellino tintinnante e quello degli altri miei compatrioti, avvisa tutti di scansarsi al nostro  arrivo. Tutti sanno che sta arrivando “john truth IL LEBBROSO”, il tintinnio del campanellino li avverte da lontano affinche’ si scansino… MA FORSE, IO john truth , sono veramente lebbroso SENZA SAPERLO,  anche se  credo di non esserlo… io sono lebbroso… anche se non lo sono, la mia fama e’ questa nel mondo intero e non c’e’ piu’ niente da fare…  SONO LEBBROSO…! Ovunque io vada la gente fugge… nessuno mi vuole… tutti mi allontanano… mi disprezzano. I piu’ buoni, nel mondo intero, mi schifano o al massimo, mi compiangono. Nel mio Paese  non vengono piu’ stranieri buoni ma solo delinquenti. Io  sono  stato in passato e sono  da un po’ di tempo  e  tuttora “autolesionista”…e me ne vanto… tutti ovunque, anche nel mio Paese, hanno avuto  l’influenza, tosse, starnuti, raffreddore, la polmonite… Molti  hanno preso precauzioni, si sono curati, senza troppo clamore. quasi tutti sono guariti, alcuni sono morti… Ma  nessuno  ha  sbandierato ai quattro venti i suoi starnuti, la sua influenza, la sua bronchite, la sua    mancanza di igiene e di fazzoletti da naso…

Nessuno…tranne me…

Nessuno, nel mondo intero, proprio nessuno, pur povero, derelitto e privo di fazzolettini di carta, ha starnutito in faccia agli altri… o anche se l’ha fatto, ha  dimostrato innocentemente di non essersene accorto…! Nessuno si e’ dato da solo l’epiteto di appestato… di lebbroso… di “untore”,  di contagiosissimo… ma io si, si, io, solo io, proprio io, unico sulla faccia della terra, l ‘ho fatto… l’ho fatto… io, proprio io , mi sono dichiarato a viso aperto, davanti al mondo intero, mentre tutti gli altri  nascondevano la loro tosse, i loro starnuti… Io ho detto di  essere il piu’ bravo  sulla terra, di non aver paura del raffreddore… e neppure dell’influenza e neppure della… polmonite… e neppure di  aver paura  di morire per troppi starnuti… o di vecchiaia – sapete io sono vecchio  -. ho quasi 80 anni e prima o poi in qualche modo dovro’ pur morire, di vecchiaia o di starnuti… non vi pare…? – Ho detto  presto… troppo presto- al mondo intero di  possedere… tanti… tanti… tanti fazzoletti… tante aspirine … per curare il raffreddore…mi sono accordo tardi, troppo tardi… di  non avere ne’ fazzoletti ne’ aspirine….! Poi raffreddatissimo, starnutente e piangente, ho chiesto, implorato e anche preso i fazzoletti sporchi degli altri… ho  “publicizzato” a tutti la mia tosse, i miei sonori starnuti, la mia febbricciola, il mio raffreddore, la mia mancanza di fazzoletti di cotone e di seta… Prima  del raffreddore ero altezzoso, io “john truth il LEBBROSO” ,dopo, pieno di muco, sporco in viso,  io, proprio io ” john truth IL LEBBROSO ” che tutti da tempo conoscono, ho  implorato fazzoletti qualsiasi, purche’ servissero, a pulirmi il naso,… Si, fazzoletti di carta, di seta, o di cotone… io   john truth IL  LEBBROSO  O L’ ERRANTE O john truth   l’appestato… ho  usato i fazzoletti altrui a tutti i costi… Ora , nel marzo 2021, nel mondo intero, posso solo guardare da lontano  le meravigliose  capitali che amo e che avevo visitato mille volte da giovane -.Allora  venivo accolto ovunque come un RE,  ma  ero giovane e intelligente, ora che sono vecchio e lebbroso posso guardarle solo da lontano… lontano…  lontano… Il  mio campanellino avvisa tutti… ed io… in fin dei conti ne vado… orgoglioso… Nel mio lontano e vicino Paese, solo i delinquenti di tutto il mondo, anche i delinquenti nostrani, ormai da tempo, sono di casa… quanto mi dispiace…!

Ma ora sono giunto  finalmente ad  Assisi e qui ho trovato ,  FRA  MILIONI DI POVERI   – ORMAI qui  SIAMO TUTTI POVERISSIMI _Pace e AMORE. QUI VIVRO’ E MORIRO’, SE DIO VUOLE, INSCIALLAH,  AL SUONO DOLCE E TINTINNANTE DEL MIO MERAVIGLIOSO CAMPANELLINO DI LEBBROSO… UGUALE A QUELLO,  portato con orgoglio, da TUTTI I MIEI FRATELLI COMPATRIOTI… Il suono  leggero, cantilenante di questo campanellino riecheggia  NELLE mie ORECCHIE, COME UNA MELODIA DOLCISSIMA…! Si’, questa  melodia e’ per me, tutta per me, per me, per me  ” john truth IL LEBBROSO”…

VOLETE SAPERE UNA COSA IN SEGRETO …? IO VE LA RIVELO… MA NON  DITELA  A NESSUNO, PER CARITA’…! CHE NON SI SAPPIA IN GIRO: SONO” LEBBROSO, sono  …” LE …  BBRO …  SO  ”   …  SONO …” L E  BBRO  SOOOO” ANCHE SE NON LO SONO …! MA FORSE LO SONO  DAVVERO …  E… “ME NE VANTO”…!

 

1 commento

  1. Speriamo che tutte le costrizioni finiscano presto e che prevalga l’intelligenza l’autocontrollo il rispetto delle giuste distanze il buon senso la volonta’ di non contagiare gli altri e di non essere contaggiati senza che vi sia l’obbligo di portare un campanellino da lebbroso o un telefonino per mezzo del quale possiamo essere controllati a distanza e diventiamo schiavi di Stato autorizzando ingiustamente e illegalmente chicchessia a spiare i nostri movimenti …………. questo segnerebbe davvero la fine di ogni liberta’ e il crollo dei valori piu’ sacri dell’essere umano…..allora sarebbe meglio ….morire…. piuttosto che vivere una finta e falsa vita non libera non dignitosa da servi umiliati ed offesi ……..……….giancarlo felicetti 15 aprile 2020