Guasticchi su moschea: “stavolta si è veramente passato il segno”

0
483
foto: valtiberinainforma.it

Vicepresidente dell’assemblea legislativa umbra”non è normale costruirne una gigante in una cittadina di poco meno di 20milaabitanti”

Umbertide – “La vicenda della moschea ha di nuovo messo in evidenza l’arroganza di una parte di dirigenza politica e amministrativa del Pd umbertidese. Si è fatta una scelta sopra la testa dei cittadini, considerati poco o nulla nelle scelte politico-amministrative della nostra comunità. Una moschea di oltre mille metri quadrati con tanto di minareto per scandire le ore di preghiera.

stavolta si è veramente passato il segno

Uno schiaffo alla nostra cultura cattolica e alla nostra storia, caratterizzata sempre da un atteggiamento accogliente e di apertura, ma stavolta si è veramente passato il segno”. È quanto dichiarato dal vicepresidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria Marco Vinicio Guasticchi in riferimento al progetto di realizzazione di una moschea a Umbertide. “Un cambio di destinazione urbanistica effettuato nel 2012 ha trasformato questa area ad hoc. Destinazione per attività culturali e ricreative. Forse la numerosa comunità islamica umbertidese interessa troppo ai suddetti politici locali”.

“Sicuramente tutte le procedure sono state regolari sia nel vendere il terreno che per dare la concessione – prosegue Guasticchi –, ma un’amministrazione oculata deve anche preoccuparsi delle tensioni sociali che certe iniziative innescano. La politica dello struzzo non è più praticabile a Umbertide e i cittadini, che tutto sono tranne che razzisti, oggi si sentono presi in giro da coloro di cui si fidavano. Non è normale costruire una gigantesca moschea in una cittadina di poco meno di ventimila abitanti”.

redazione@avinews.it