GMG di Cracovia: oltre 1.500 i giovani umbri

0
424

“Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia”: questo passo del Vangelo di Matteo è stato scelto da papa Francesco come tema della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) che si terrà in Polonia, più precisamente nella città di Cracovia, dal 25 al 31 luglio. Molti giovani, però, arriveranno nella patria di S. Giovanni Paolo II, l’ideatore delle GMG, almeno una settimana prima per un gemellaggio con i coetanei polacchi: i circa ottocento delle Diocesi umbre, che partiranno in pullman martedì 19 luglio, vivranno ciò nella diocesi di Lowicz, nella parte sud-orientale della Polonia. Altrettanti ragazzi della regione cuore verde d’Italia, poi, raggiungeranno gli altri direttamente a Cracovia, per le giornate finali della GMG. In totale, dunque, gli umbri che vivranno i momenti di preghiera, condivisione, riflessione e festa con papa Francesco saranno oltre 1.500.

Mons. Boccardo: «La GMG è come un seme che riceve alimento e sigillo di autenticità da impiantare al ritorno nelle terre d’origine con e per le generazioni future»

“La Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia – afferma l’arcivescovo di Spoleto-Norcia, mons. Renato Boccardo – è alle porte. Nel cuore dell’Anno Santo della Misericordia, questo grande appuntamento con papa Francesco si arricchisce di prospettiva, aprendosi ad orizzonti carichi di speranza e gioia cristiane. Ogni GMG è un evento che vede il testimone della fede avvicendarsi all’insegna della speranza: una vistosa staffetta tra generazioni, culture, linguaggi ed esperienze unite nella pluralità”.

“Noi umbri – afferma don Marcello Cruciani, presbitero della Diocesi di Orvieto-Todi, responsabile della pastorale giovanile della Conferenza episcopale umbra – è tradizione che partecipiamo insieme alla GMG: è un cammino comune che le Chiese locali attraverso l’impegno dei responsabili portano avanti con molto impegno. La nostra è una piccola realtà che ha bisogno di coinvolgere sempre più le nuove generazioni alla vita di fede, ha bisogno di nuovi evangelizzatori per questa terra, bella e ricca di memorie e di opere cristiane, ma bisognosa di diventare sempre più una Chiesa in uscita”.

La Giornata, come detto, avrà il suo culmine a Cracovia dal 25 al 31 luglio. In questa città i giovani umbri saranno alloggiati nei pressi di due santuari: il primo è quello della Divina Misericordia di Santa Faustina Kowalska e l’altro quello di San Giovanni Paolo II. Il luogo dove verrà vissuta la veglia con il Papa la sera del 30 luglio e la Messa finale del 31 si terrà in un grande spazio, denominato Campus Misericordiae, che gli umbri raggiungeranno dopo un pellegrinaggio a piedi di 13 chilometri.

Francesco Carlini