Fondi per il sostegno in casa a persone anziane non autosufficienti

0
847

La domanda può essere presentata fino al 30 novembre

MAGIONE  – Istituito dalla Regione dell’Umbria un fondo per sostenere, presso il proprio domicilio, persone anziane non autosufficienti. Possono accedervi le persone sopra i 65 anni in condizione di non autosufficienza certificata e che abbiano i requisiti richiesti dall’avviso pubblicato dall’Ufficio del piano della Zona sociale n.5, in cui rientra il Comune di Magione, scaricabile, insieme al modulo di domanda, dal sito www.comune.magione.pg.it. La data di scadenza per la presentazione è il 30 novembre 2016.

«L’obiettivo – spiega Eleonora Maghini, assessore ai servizi sociali del comune di Magione – è quello di favorire la permanenza presso il proprio domicilio delle persone più anziane riducendone l’inserimento in strutture residenziali garantendo a loro ed alle loro famiglie una presa in carico integrata socio-sanitaria».

La domanda per accedere al contributo deve essere presentata compilando l’apposito modello in distribuzione presso gli Uffici della Cittadinanza e liberamente scaricabile dai siti internet istituzionali dei Comuni della Zona Sociale n. 5 (Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro sul Trasimeno). La richiesta, compilata e sottoscritta dall’anziano non autosufficiente o dal legale rappresentante del medesimo o da un familiare convivente, deve essere presentata, entro la data di scadenza, per il comune di Magione, presso l’ufficio servizi sociali, che provvederà a trasmettere le domande all’ufficio di Piano.

L’entità dell’intervento riconosciuto all’anziano non autosufficiente, ammesso al beneficio è pari ad € 400,00 mensili per 6 (sei) mesi, con erogazione mensile, fino a esaurimento fondi.
Nel caso in cui sia accertata, a seguito di controlli, l’inesistenza o la cessazione delle condizioni che hanno comportato il beneficio, verrà predisposta l’immediata revoca , ed eventualmente, verrà attivata la procedura di recupero delle somme non dovute.

Luigina Miccio