Che fine farà il… “Brucomela”?

0
505

Che fine farà il… “Brucomela”?

Si ritorna a riparlare del Metrò che dà pensieri

già lo dissi in precedenza, che era solo una rimessa

che serviva a chiuder gli occhi alla gente molto fessa!

Oggi penso a quanti soldi si potevan risparmiare,

se, utilizzati meglio con tante… opere da fare.

Non avete mai pensato alla nostra… “Stazioncina”?

Sono rare le città che ne hanno in centro storico,

una “chicca”… definita da ingegneri e gente esperta.

Meno soldi avremmo speso, per utilizzare “S.Anna”,

con creazione di binari ed una rete diramata, collegante

vari punti di Perugia, con frazioni che la gente, son sicura,

oggi avrebbe più apprezzato.

C’è di peggio: la notizia che non sia più… utilizzata! E così

facciamo il botto con quest’altra sistemata!

Ringraziam chi ha amministrato “annullando” le risorse, ma…

di ciò voglio accusare gli indecisi Perugini, che se parlo degli

“Struzzi” li ritengo lor cugini!

Mai, si sono ribellati con fermezza e dignità, a chi stava amministrando

danneggiando la città!

Pasquina

CONDIVIDI
Articolo precedentePier Francesco Grazioli finalista al concorso letterario il Viandante 2017
Articolo successivoVertenza Nardi: “A fianco dei lavoratori per far ripartire il marchio”
Perugina D.O.C. e amante della propria città, ha alternato il lavoro di funzionaria di un Ente Pubblico, alla passione per la pittura e per la scrittura. Fu seguita fin da ragazzina, da Gerardo Dottori amico da tempo della famiglia Ricci. Inizia le prime mostre negli anni '80 con successo, come testimoniano le varie recensioni positive circa le sue opere. In seguito diventa collaboratrice del giornale "Free-Press" con lo pseudonimo di "Pasquina la Perugina" dove, con le sue rime, pone in rilievo l'incongruenza e la negatività dei vari settori sociali ed amministrativi. Ha pubblicato anche vari interessanti e curiosi articoli sugli amici animali. A seguito delle numerose richieste, ora la voce di "Pasquina" torna a farsi sentire.