Arturo Cirillo in: “Scende giù per Toledo”

0
625

Il Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi, giovedì 17 Dicembre alle ore 21:15, riprende la programmazione della Stagione Teatrale 2015/16 con l’incredibile Arturo Cirillo in una delle più travolgenti invenzioni letterarie del ‘900: “Scende giù per Toledo” di Giuseppe Patroni Griffi, la storia di un travestito napoletano, emblema della stravaganza e fragilità di una città e dei suoi abitanti.

Loca CirilloCosì, tra straniamento ed immedesimazione si disegna la figura di Rosalinda Sprint, attraverso una scrittura tutta musicale, fisica, continuamente mobile tra la prima e la terza persona. Un flusso di parole che diventano carne e spesso danza. Un tango disperato, un folleggiare sul baratro, un urlare per non morire. La Sprint attraversa gli umori, i suoni della città di Napoli, qui più che mai diventata luogo metafisico, invenzione di un posto che non c’è.
Arturo Cirillo si è avvicinato al teatro attraverso lo studio della danza, sia classica che contemporanea. Ha lavorato come interprete con Massimo Castri, Pierpaolo Sepe, Massimiliano Civica e, soprattutto, con Carlo Cecchi.

Tra i riconoscimenti vinti ricordiamo: diversi premi Ubu sia come regista che come interprete, premio Hystrio, premio Vittorio Mezzogiorno e il premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro in più occasioni. Nel cinema ha lavorato come attore con Mario Martone, Silvio Soldini, Wilma Labate, ecc. A Parigi ha portato in scena lo spettacolo “Le cinque rose di Jennifer” di Annibale Ruccello.
Dalle note di regia di Arturo Cirillo – “Scende giù per Toledo” è un romanzo breve, lo lessi per la prima volta molti anni fa, come un piccolo cult della letteratura napoletana, e da allora è rimasto nella mia memoria.”

Piccolo Teatro degli Instabili