Amabile frescura

0
809

di P. F. Grazioli

Succede sempre così… il caldo estivo tanto atteso durante la stagione fredda, diventa poi un insopportabile manto, il quale ci avvolge con il suo calore opprimente. Poco importa se tempo addietro, il “Generale Inverno” ci aveva assediato mandandoci contro ad ondate alterne, i suoi cavalieri dalla croce di ghiaccio provenienti dal fronte siberiano.

Galoppavano avvolti in un freddo turbine che imbiancava tutto al suo passaggio. Siate sinceri… chi di noi non si ricorda il gelido tocco delle loro lame, alle quali contrapponevamo i nostri abiti pesanti come fossero state antiche corazze? Oppure, ci rifugiavamo nelle nostre case avendo cura di chiudere la minima fessura, la quale poteva costituire una possibile breccia nel muro di calore che ci eravamo eretti intorno.

Ma ogni stagione ha il suo tempo, e dopo mesi che ci sono sembrati interminabili, Il “Generale Inverno” se ne è andato, ha abbandonato il campo portandosi dietro il suo esercito di ghiaccio; l’assedio è stato finalmente tolto.

Come dicevo, la stagione cambia ed adesso è il turno di un’ altra armata, un enorme ondata di cavalieri che si muovono lentamente ma con fare inesorabile.

Un’ infinita fila compatta proveniente dal fronte africano, è calata senza far il minimo rumore; i raggi di un sole cocente, come lance infuocate forgiate nel deserto, hanno creato una rovente barriera intorno a noi… un altro assedio è iniziato.

Il che ci porta all’attuale situazione, dove un ‘improbabile fuga dall’afa incombente, è ora l’idea principale. Si cerca in tutti i modi di lacerare, tagliare, bucare l’invisibile mantello che ci avvolge nel suo calore, con tutti i mezzi conosciuti.

Io, dal canto mio, sto abbastanza bene… I raggi cocenti non mi toccano, il mio rifugio è all’ombra di fronde amiche, a volte un leggero vento le muove accarezzandomi delicatamente il volto, giungendo alle mie orecchie come una rilassante melodia. Una piacevole sensazione di fresco mi avvolge totalmente; qui… nell’ombra, le lance infuocate non possono raggiungermi, ed i miei pensieri vagano sempre di più, sino a trasformarsi in sogni meravigliosi, generati dall’amabile frescura della… cripta!

CONDIVIDI
Articolo precedenteScoperta acqua salata su Marte
Articolo successivoNumeri da record per il VII Narnia Festival
Francesco Grazioli è nato il 19 novembre 1964. Geometra, dopo le scuole fa alcune esperienze di viaggio prevalentemente negli Stati UNiti: a New York, Pittsburgh, Philadelphia e Los Angeles. La città di Saint Louis in Missouri lo conquista definitivamente (è la città natale dell'attore Vincent L. Price, interprete di molti film di Roger Corman, ispirati ai racconti di E. A. Poe). E' appassionato di Archeologia, Esoterismo, Filmologia e letteratura Horror Gotica. E' inoltre esperto di Uniformologia d'epoca.