3.200 Euro per Amatrice grazie alla Sagra della Rucola

0
408

Si sono gettate le basi anche per un gemellaggio del gusto da realizzare il prossimo anno tra l’amatriciana e la rucola sempre nel segno della solidarietà.

PERUGIA – Un “piccolo” gesto di solidarietà ma che rappresenta la voglia di una piccola comunità di dare il proprio contributo per aiutare le popolazioni colpite duramente dal recente terremoto.

amatrice_incontroAd un mese preciso dal sisma, una delegazione del Circolo Acli S. Andrea d’Agliano e dell’Associazione Arca, i soggetti promotori della Sagra della Rucola che si è svolta a fine agosto e del pranzo di beneficenza ideato per raccogliere ulteriori fondi, si sono recati ieri ad Amatrice per consegnare quanto raccolto.

La Sagra della Rucola di Sant’Andrea D’Agliano ha infatti messo insieme durante l’evento un’importante cifra con il consiglio del Circolo Acli che l’ha poi integrata. Inoltre, domenica 4 settembre è stato organizzato un pranzo di beneficenza, a ricordo di uno storico collaboratore della Sagra, Aldo, con l’intero incasso che anche in questo caso è stato messo a disposizione.

In totale si è arrivati alla cifra di 3.200 euro che sono stati quindi devoluti alla Pro Loco di Amatrice, che secondo il consiglio dell’Acli di Sant’Andrea D’Agliano è quella più a contatto con i bisogni più immediati delle persone. A tal proposito è stata contattata la presidente Adriana Franconi, segretaria tra l’altro del sindaco di Amatrice, a cui sono stati poi consegnati i soldi.

Dalla sera di mercoledì 24 agosto, infatti, gli organizzatori della Sagra della Rucola si sono attivati per raccogliere fondi a favore dei terremotati. Quella prima sera, a poche ore dal sisma, l’Orchestra Vincenzi ha devoluto tutti gli incassi ricavati dalla vendita di cd e gadget, oltre ad invitare più volte il pubblico a donare nell’apposito “raccoglitore” messo subito a disposizione di chi voleva dare un contributo. L’Orchestra, inoltre, ha devoluto parte del compenso di quella esibizione. Le sere successive la raccolta è continuata con donazioni nel “raccoglitore” e, da parte della Sagra, con l’incasso ottenuto dalla vendita delle sedie.

I rappresentanti della Sagra, con il presidente Adriano Zetti, hanno così consegnato direttamente i soldi raccolti alla presidente Franconi, a cui in omaggio sono state tre magliette della Sagra con una che sarà appesa nell’ufficio del sindaco. L’occasione è stata anche utile per parlare di possibili collaborazioni per iniziative di beneficenza future: tra l’amatriciana e la rucola, dunque, il prossimo anno durante la Sagra di S.Andrea D’Agliano potrebbe nascere un incontro del gusto sempre nel segno della solidarietà.

Danilo Nardoni